Decreto Dignità e modifica al contratto a tempo determinato

Il contratto a tempo determinato è (o forse è meglio dire: era) uno strumento flessibile che poteva utilizzare il datore di lavoro per inserire personale all’interno del suo organico.

Con l’introduzione del Decreto Dignità le modifiche introdotte riguardano:

  • durata massima del singolo rapporto;
  • durata massima per sommatoria di più rapporti
  • proroghe e rinnovi.

Queste modifiche incidono specialmente in virtù del periodo di transizione che va dal 14.07.2018 al 31.10.2018.

Su gentile concessione del “MagoLavoro” riportiamo le modifiche salienti.

CONTRATTO A TERMINE: DURATA MASSIMA DEL SINGOLO RAPPORTO
Data stipula Durata massima Indicazione causali D.Lgs. 81/2015
fino al 13 luglio 2018 36 mesi Non necessaria ante D.L. 87/2018
Dal 14 luglio 2018 24 mesi Si, dopo i primi 12 mesi post D.L. 87/2018

CONTRATTO A TERMINE: DURATA MASSIMA PER SOMMATORIA DI PIÙ RAPPORTI
Data stipula Durata massima Indicazione causali D.Lgs. 81/2015
fino al 13 luglio 2018 36 mesi Non necessaria Testo originario
Dal 14 luglio 2018 24 mesi Solo da 1.11.2018, dopo primi 12 mesi post D.L. 87/2018

CONTRATTO A TERMINE: PROROGHE (NUMERO, DURATA E CAUSALI SI/NO)
Data proroga Numero e durata Indicazione causali D.Lgs. 81/2015
Entro il 13 luglio 2018 5 in 36 mesi Non necessaria Testo originario
Dal 14 luglio all’11 agosto 2018 4 in 24 mesi Si, dopo i primi 12 mesi post D.L. 87/2018
Dal 12 agosto al 31 ottobre 2018 4 in 24 mesi * Non necessaria post L. n. 96/2018
Dal 1° novembre 2018 4 in 24 mesi Si, dopo i primi 12 mesi post L. n. 96/2018
* Per prudenza, in attesa di chiarimenti ufficiali, sono indicate massimo 4 proroghe in 24 mesi ma la norma parrebbe consentirne 5 in 36 mesi (regime previgente al D.L. n. 87/2018), per il solo periodo tra la data di entrata in vigore della legge di conversione (12 agosto) e il 31 ottobre 2018. Per alcuni autori, la moratoria della legge n. 96 retroagisce al 14 luglio (fino al 31 ottobre 2018), sostituendosi ai vincoli posti dal D.L. n. 87/2018).

CONTRATTO A TERMINE: RINNOVI (DURATA E CAUSALI SI/NO)
Data rinnovo Durata totale Indicazione causali D.Lgs. 81/2015
Entro il 13 luglio 2018 36 mesi Non necessaria Testo originario
Dal 14 luglio all’11 agosto 2018 24 mesi Si, già dal 1° rinnovo post D.L. 87/2018
Dal 12 agosto al 31 ottobre 2018 24 mesi * Non necessaria post L. n. 96/2018
Dal 1° novembre 2018 24 mesi Si, già dal 1° rinnovo post L. n. 96/2018
* Per prudenza, in attesa di chiarimenti ufficiali, sono stati indicati 24 mesi quale limite di durata ma la norma parrebbe consentirne 36 (regime previgente al D.L. n. 87/2018), per il solo periodo compreso tra l’entrata in vigore della legge di conversione (12 agosto 2018) e il 31 ottobre 2018. Secondo alcuni autori, la moratoria della legge n. 96 retroagisce al 14 luglio (fino al 31 ottobre 2018), sostituendosi ai vincoli posti dal D.L. n. 87/2018).

Vuoi avere maggiori informazioni? Contattaci!

The following two tabs change content below.
Francesca Zucconi
Laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Pavia. Dopo aver maturato una pluriennale esperienza in gestione delle risorse umane, paghe e contributi, ho sostenuto l'esame di abilitazione alla professione di Consulente del Lavoro e dal 2015 sono iscritta all'ordine provinciale di Pavia. Da sempre appassionata di comunicazione, seguo costantemente corsi di aggiornamento in programmazione neuro-linguistica e neuro-semantica e accanto all'attività tradizionale di Consulente del Lavoro, scrivo per alcune testate di informazione professionale tra cui Lavoroediritti.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: