Voucher: nuove regole per il futuro

voucher: nuove regole

 

Dopo l’abrogazione dei voucher si è aperto un periodo transitorio in cui si possono utilizzare i voucher acquistati fino al 17.03 scorso, ma non è stato  normato una forma differenziata di lavoro occasionale.

Una possibile alternativa è data dal contratto a chiamata.

Leggi: Abograzione voucher, quali alternative

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro rende noto che sono in fase di studio nuove regole per i voucher, con limiti sia per i datori di lavoro sia per i lavoratori.

Voucher: nuove regole di utilizzo

Vi è quindi una proposta di contratto telematico, semplificato, ad utilizzo però solo per le imprese fino a 5 lavoratori.

I limiti da rispettare di carattere economico potrebbe essere di 5.000 euro in ragione d’anno per ogni impresa e di 2.500 euro per ogni lavoratore con lo stesso datore di lavoro; viene inserito anche un limite di prestazione: 4 ore massimo al giorno e un monte ore di 280 annue al superamento delle quali scatterebbe l’assunzione a tempo indeterminato.

Tra e varie novità spunta anche un compenso minimo di 9 euro all’ora.

In premesse si è dato accenno alla possibilità di utilizzo per le imprese fino a 5 lavoratori, ma vi sono alcuni settori esclusi: agricoltura, edilizia ed appalti.

Voucher: quale regole per le famiglie?

Anche il settore privato legato alle prestazioni domestiche è in una situazione di stallo.

In questo caso, invece dei vecchi voucher, l’idea è quella di istituire un Libretto famiglia: una sorta di carnet di assegni del valore di 10 euro da utilizzare in caso di “piccoli” lavori come pulizia domestica, manutenzione oppure lezioni private nonché assistenza familiare.

 

Non resta che attendere i prossimi sviluppi.

The following two tabs change content below.
Francesca Zucconi
Laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Pavia. Dopo aver maturato una pluriennale esperienza in gestione delle risorse umane, paghe e contributi, ho sostenuto l'esame di abilitazione alla professione di Consulente del Lavoro e dal 2015 sono iscritta all'ordine provinciale di Pavia. Da sempre appassionata di comunicazione, seguo costantemente corsi di aggiornamento in programmazione neuro-linguistica e neuro-semantica e accanto all'attività tradizionale di Consulente del Lavoro, scrivo per alcune testate di informazione professionale tra cui Lavoroediritti.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: