Personalizzazioni di piani welfare

Si riporta il mio articolo per Well Work

Ultimamente il termine “welfare” è entrato prepotentemente nel nostro diritto del lavoro e sempre più spesso se ne parla anche quotidianamente.

Nonostante questo interesse crescente verso la materia vi sono ancora dubbi e incertezze sia da parte del datore di lavoro sia del lavoratore circa la convenienza.

L’incertezza principalmente è data dal fatto che c’è ancora un velo misterioso attorno a questa materia tanto da far pensare che sia un’opportunità solo per quelle figure dirigenziali o professionalmente specializzate con retribuzioni elevate.

Lo scopo del welfare non è assolutamente questo e non si possono cogliere gli aspetti positivi e negativi se prima non si ha un quadro d’insieme della materia.

Proviamo quindi a delineare i tratti essenziali.

Congedo di paternità 2019: che fine farà il congedo papà?

Congedo di paternità 2019
Pubblichiamo di seguito la guida scritta per Lavoroediritti.com
Il congedo papà consiste in un congedo di paternità di 4 giorni obbligatori + 1 facoltativo. Questa misura però rischia di non essere prorogata, ecco perchè.

Il congedo di paternità consiste nella possibilità data ai padri naturali, adottivi, affidatari, di assentarsi dal lavoro per alcune giornate al fine di accudire i propri figli, nell’arco dei 5 mesi successivi alla nascita.

Il cosiddetto congedo papà introdotto inizialmente dall’articolo 4, comma 24, lettera a), della Legge 28 giugno 2012, n. 92 ha subito nel corso di questi pochi anni numerose modifiche e con il 2019 ne subirà una ulteriore.

SCADENZE: MAGGIO 2018

 scadenze maggio 2018

SCADENZE DEL 16 MAGGIO:

  • versamento con modello unificato (Mod.F24) delle ritenute effettuate sui compensi del mese precedente;
  • INPS: versamento con modello unificato (Mod.F24) dei contributi previdenziali ed assistenziali sui compensi relativi al mese precedente;
  • INPS – GESTIONE SPETTACOLO: versamento con modello unificato (Mod.F24) dei contributi previdenziali ed assistenziali sui compensi relativi al mese precedente;
  • INPGI: elaborazione mediante procedura DASM e presentazione in via telematica con i servizi ENTRATEL o FISCONLINE della denuncia contributiva e versamento con modello unificato (Mod.F24-Accise) dei contributi relativi al mese precedente;
  • INPS- Artigiani e commercianti: versamento da parte di artigiani e commercianti della prima rata trimestrale di contributi dell’anno in corso calcolata sul minimale con modello unificato (Mod. F24);

SCADENZE DEL 20 MAGGIO:

  • ENASARCO: versamento dei contributi relativi al 1° trimestre dell’anno in corso, esclusivamente con procedura telematica;

SCADENZE DEL 31 MAGGIO:

  • INPS: trasmissione telematica dei dati contributivi e retributivi di ciascun lavoratore relativi al mese precedente (flusso UniEMENS);
  • INPS  GESTIONE SPETTACOLO: trasmissione in via telematica denuncia contributiva unificata relativa al mese precedente;
  • FASI: versamento dei contributi relativi al 2° trimestre dell’anno in corso e del contributo alle Gestione separata FASI;

Gli adempimenti sono stati inseriti con le loro scadenze naturali: ricordiamo che i versamenti che cadono nei giorni festivi si intendono prorogati al primo giorno feriale successivo.

Legge 104/92: guida definitiva ai permessi e alle agevolazioni fiscali

Legge 104/92: guida definitiva ai permessi e alle agevolazioni fiscali

Pubblichiamo di seguito l’articolo scritto per Lavoroediritti.com

Legge 104/92: guida definitiva ai permessi e alle agevolazioni fiscali previsti per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti dei disabili.

La Legge 104/92: “Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate” è lo strumento per i soggetti portatori di handicap, ovvero coloro i quali presentano una minorazione di tipo fisico, oppure psichico ovvero sensoriale, che comporta una di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione, per inserirsi nell’ambiente lavorativo e allo stesso tempo di godere di alcuni benefici.

Con questa guida andremo a riepilogare tutti i benefici di tipo normativo ed economico di cui hanno diritto i beneficiari della Legge 104/92.

Libretto di famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale: sei sicuro che sia la scelta migliore?

Libretto di famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale

 

Libretto di famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale: chi può utilizzare il lavoro occasionale?

Il lavoro occasionale può essere utilizzato sia da privati, persone fisiche, sia da coloro che esercitano un’atività professionale o hanno un’impresa.

Imprese e professionisti, per lo svolgimento di lavori saltuari,  possono ricorrere all’utilizzo di PrestO: il nuovo contratto di lavoro occasionale.

Lo strumento, invece, pensato per i privati è il Libretto Famiglia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: