Smart working: punti di forza

Il lavoro agile possiamo considerarlo un’evoluzione del, poco riuscito, telelavoro.

I punti di forza riguardano sicuramente la possibilità di unire una maggiore flessibilità data al lavoratore, consentendogli quindi di ottimizzare la gestione vita lavorativa e extra-lavorativa, ad una riduzione dei costi di gestione: minore è il numero di lavoratori che deve accogliere l’azienda maggiore è il risparmio in termini di costo di spazi.

Lo smart working lancia anche una riflessione importante sulla possibilità di ridurre l’assenteismo: se il lavoratore può gestirsi in modo flessibile la sua attività lavorativa e non, ci sarà meno possibilità di assenze ottimizzando quindi gli equilibri personali e professionali e il riflesso, positivo, non può che essere su una maggiore efficienza produttiva.