Consulenza Del Lavoro

• Amministrazione del personale: valutazione della tipologia contrattuale più vantaggiosa ed adatta alle esigenze aziendali.
• Consulenza personalizzata direttamente in azienda
• Assistenza alle imprese in sede di organizzazione aziendale e nella pianificazione dei costi;
• Stesura del regolamento aziendale;
• Assistenza e rappresentanza in sede di contenzioso con gli istituti previdenziali, assicurativi e ispettivi del lavoro;
• Piani di welfare aziendali studiati ad hoc per ogni azienda.

Elaborazione Cedolini Paga

• Elaborazione cedolini paga per ogni settore;
• Predisposizione delle distinte per il pagamento delle retribuzioni;
• Predisposizione della distinta di versamento Mod. F24 per i contributi previdenziali e fiscali;
• Compilazione ed invio telematico modello Uniemens;
• Gestione fondi di previdenza complementare;
• Prospetto ratei;
• Prospetto T.F.R.;
• Denunce Annuali: Autoliquidazione INAIL, C.U. e 770

Dimissioni On-Line

A partire dal 12 marzo 2016 le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro dovranno essere effettuate in modalità esclusivamente telematiche, tramite una semplice procedura online accessibile dal sito Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
È possibile procedere personalmente oppure per mezzo di soggetti abilitati, tra i quali, con l’entrata in vigore del D. Lgs. 185/2016, anche consulenti del lavoro.

Mio figlio è malato, posso assentarmi dal lavoro?

congedo malattia figlio

A volte può succedere che un figlio non stia bene e necessita dell’assistenza del genitore, questa assenza “forzata” del lavoratore, come deve essere considerata? Ha il lavoratore diritto ad un congedo?

Vediamo in questa guida quali diritti ha il genitore-lavoratore.

Il lavoratore in malattia, può rientrare prima al lavoro?

Il lavoratore in malattia, può rientrare prima al lavoro?

 

Il lavoratore assente per malattia è tenuto a comunicare al proprio datore di lavoro la sua assenza e la durata della stessa, dando informazione del numero di protocollo del certificato medico.

Può però accadere che il lavoratore guarisca prima rispetto alla data indicata sul certificato medico e voglia rientrare al lavoro, ci sono però delle regole da rispettare.

Guarigione anticipata: il datore di lavoro può far rientrare il lavoratore?

Il datore di lavoro, infatti, nel caso di cui sopra non può far rientrare il lavoratore in anticipo rispetto a quanto pronunciato sul certificato medico: l’INPS specifica che è un obbligo del datore di lavoro (non un facoltà) attendere la data riportata nel certificato telematico.

Unioni civili e convivenza: quale disciplina in caso di successione?

Unioni civili e convivenza: quale disciplina in caso di successione?

Successioni in caso di convivenza o unioni civili

 

Abbiamo già introdotto qui la Legge n. 76/2016, entrata in vigore il 4 giugno 2016, disciplinante, da un lato, le unioni civili tra persone dello stesso sesso e, dall’altro, le convivenze.

Leggi anche: Unioni Civili cosa sono e quali diritti

Come detto con la citata legge si intende tutelare:

  • nel primo caso, l’unione civile tra persone dello stesso sesso quale formazione sociale ai sensi degli artt. 2 e 3 della Costituzione;
  • nella seconda ipotesi, la convivenza di fatto instaurata tra due persone, anche dello stesso sesso, legate da un vincolo affettivo stabile.

Detrazioni da lavoro dipendente, cosa sono e calcolo in busta paga

 

Pubblichiamo di seguito l’articolo scritto per Lavoroediritti.com

Le detrazioni da lavoro dipendente sono una riduzione dell’imposizione fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati. Ecco cosa sono e come si calcolano.

Le detrazioni fiscali IRPEF sono riduzioni di imposta, quindi di pressione fiscale, applicabili al verificarsi di determinate condizioni soggettive, per esempio nel caso di familiari a carico, nonché oggettive per la natura stessa del reddito prodotto, ad esempio detrazioni da lavoro dipendente.

Abrogazione voucher: quali alternative?

Ora che i voucher sono stati definitivamente abrogati e, ricordiamo, possono essere utilizzati fino alla fine dell’anno quelli acquistati fino alla data del 17 marzo scorso, che alternative ci sono?

Leggi anche:  ABROGAZIONE DEL LAVORO ACCESSORIO – VOUCHER

Considerando che l’abrogazione dei voucher coinvolge tutti i settori, dal datore di lavoro ai privati, è bene rispolverare una norma già in vigore da tempo, ma poco utilizzata: il lavoro a chiamata, dato anche che le ultimissime notizie parlano di una nuova e più versatile formulazione del lavoro intermittente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: