Libretto di famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale: sei sicuro che sia la scelta migliore?

Libretto di famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale

 

Libretto di famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale: chi può utilizzare il lavoro occasionale?

Il lavoro occasionale può essere utilizzato sia da privati, persone fisiche, sia da coloro che esercitano un’atività professionale o hanno un’impresa.

Imprese e professionisti, per lo svolgimento di lavori saltuari,  possono ricorrere all’utilizzo di PrestO: il nuovo contratto di lavoro occasionale.

Lo strumento, invece, pensato per i privati è il Libretto Famiglia.

Leggi anche: PrestO e Libretto di famiglia, ecco tutte e novità

L’INPS con la Circolare n. 107 del 05 luglio scorso, ha fornito i primi chiarimenti sull’utilizzo di questo nuovo strumento, previsto dall’articolo 54 bis della Legge 21 Giugno 2017, n. 96, indicando il valore nominale del singolo buono, fissando altresì un compenso minimo.

Leggi anche: PrestO e Libretto Famiglia, istruzioni operative INPS

Se ormai eravamo abituati all’utilizzo dei “vecchi” voucher e tutto sommato la procedura ci sembrava ormai snella, con l’introduzione di questi nuovi strumenti l’ulteriore adempimento riguarda la modalità di pagamento.

Libretto di famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale: pagamento preventivo

Dopo aver effettuato l’iscrizione, l’utilizzatore dovrà provvedere ad effettuare un pagamento preventivo tramite modello F24 oppure attraverso PagoPA, dunque tramite carta di credito online sul sito INPS, mentre il pagamento in contanti presso gli uffici postali sarà disponibile solo per i Libretti Famiglia.

 

Libretto di famiglia e Contratto di Prestazione Occasionale: accreditamento del pagamento

L’INPS, in data 31 agosto 2017, ha reso noto sul proprio portale che l’accreditamento sul “portafoglio” del Libretto di famiglia o del contratto di prestazione occasionale (Prest.O.) avverrà  9 o 10 giorni dopo l’effettuazione del pagamento, a causa dei tempi stabiliti per il riversamento delle somme da parte degli intermediari all’Agenzia delle Entrate e il riversamento delle stesse all’INPS.

Pertanto chi è interessato ad utilizzare questo strumento deve calcolare con attenzione le tempistiche!

Se vuoi, invece, trovare una soluzione alternativa, contattaci!

 

The following two tabs change content below.
Francesca Zucconi
Laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Pavia. Dopo aver maturato una pluriennale esperienza in gestione delle risorse umane, paghe e contributi, ho sostenuto l'esame di abilitazione alla professione di Consulente del Lavoro e dal 2015 sono iscritta all'ordine provinciale di Pavia. Da sempre appassionata di comunicazione, seguo costantemente corsi di aggiornamento in programmazione neuro-linguistica e neuro-semantica e accanto all'attività tradizionale di Consulente del Lavoro, scrivo per alcune testate di informazione professionale tra cui Lavoroediritti.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: