Indennità di paternità per lavoratori autonomi

indennità di paternità lavoratori autonomi

Un tema di cui si parla spesso è legato alla maternità e da qualche tempo soprattutto volto in ottica di paternità. Se questo tema riferito ai lavoratori subordinati sembra essere la normalità, interessante è la modifica del T.U. sulla maternità e paternità agli artt. 28 e 66 secondo la quale a decorrere dal 2015, nonché grazie alle linee guida operative emanate dall’INPS nella circolare 128/2016, anche il padre lavoratore autonomo può fruire dell’indennità di paternità.

Indennità di paternità: chi può accedere a questa indennità?

La prima caratteristica soggettiva di chi può accedere a questa indennità è che il lavoratore appartenga ad una delle seguenti categorie: artigiano; commerciante; coltivatore diretto; colono; mezzadro; imprenditore agricolo; pescatore autonomo, mentre la seconda è che sia iscritto alle rispettive gestioni previdenziali nonché regolare con il pagamento dei contributi.

Indennità di paternità: quali sono i parametri?

Vi sono inoltre parametri riguardanti la madre la quale può essere sia lavoratrice dipendente oppure autonoma (intendendo le stesse categorie di cui sopra), ed il diritto all’indennità sorge al verificarsi di uno dei seguenti eventi: morte o grave infermità della madre; abbandono del figlio da parte della madre oppure affidamento esclusivo al padre.

In presenza dei suddetti requisiti e dalla data in cui si verifica uno degli eventi riportati viene riconosciuta l’indennità di paternità fino alla fine del periodo post partum che sarebbe spettato alla madre lavoratrice. Per la determinazione del periodo si deve far riferimento ai 3 mesi dopo il parto: se la madre è lavoratrice dipendente, al padre possono competere, in aggiunta, eventuali periodi di congedo di maternità spettanti prima del parto e non goduti.

Nei periodi in cui percepiscono questa indennità i padri lavoratori autonomi sono liberi di svolgere attività lavorativa senza per questo decadere dal beneficio.

Indennità di paternità: come si calcola a livello economico?

A livello economico l’indennità si calcola in riferimento al minimale di retribuzione giornaliera prendendo come base la categoria di appartenenza del soggetto richiedente e considerandone l’80%.

Indennità di paternità: quale modulistica devo presentare?

Per effettuare la richiesta è necessario inviare la domanda in modalità telematica utilizzando il sito Inps se in possesso di credenziali oppure attraverso il contact center ed a seconda degli eventi che danno diritto all’indennità, alla domanda bisogna allegare specifici documenti, riportati dettagliatamente all’interno della circolare INPS accennata.

 

Vuoi una consulenza specifica sulla tua situazione? Contattami!

The following two tabs change content below.
Francesca Zucconi
Laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Pavia. Dopo aver maturato una pluriennale esperienza in gestione delle risorse umane, paghe e contributi, ho sostenuto l'esame di abilitazione alla professione di Consulente del Lavoro e dal 2015 sono iscritta all'ordine provinciale di Pavia. Da sempre appassionata di comunicazione, seguo costantemente corsi di aggiornamento in programmazione neuro-linguistica e neuro-semantica e accanto all'attività tradizionale di Consulente del Lavoro, scrivo per alcune testate di informazione professionale tra cui Lavoroediritti.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: