BONUS MAMMA DOMANI: REQUISITI, MATURAZIONE, IMPORTO

Bonus mamma 2017

A decorrere dal 1^ gennaio 2017 viene riconosciuto un “premio” alla nascita, o adozione, dell’importo di 800 euro, questo quanto stabilito dalla Legge di Bilancio per il 2017.

Il premio non concorre alla formazione del reddito complessivo e viene corrisposto in un’unica soluzione dall’INPS, a fronte della presentazione della domanda della mamma.

BONUS MAMMA DOMANI: REQUISITI

La circolare INPS n. 39 del 27/02/2017 specifica che questo bonus è riconosciuto alle donne gestanti, o alle madri, in possesso dei seguenti requisiti:

  • Residenza in Italia;
  • Cittadinanza italiana o comunitaria;
  • per le cittadine non comunitarie, possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;

Questo bonus trattandosi di un sussidio erogato dallo Stato alle “neomamme” nel 2017 spetta sia alle mamme lavoratrici (indipendentemente da lavoro dipendente o autonomo) sia alle disoccupate.

Inoltre non vi è nessun requisito reddituale da rispettare.

BONUS MAMMA DOMANI: MATURAZIONE DEL BONUS

Questo bonus può essere concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi, verificatesi a decorrere dal 1^ gennaio 2017:

  • compimento del 7° mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza;
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione, per evento (gravidanza o parto, adozione o affidamento), a prescindere dai figli nati o adottati/affidati contestualmente.

BONUS MAMMA DOMANI: PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Il bonus alla nascita è corrisposto su domanda telematica della madre avente diritto all’INPS.

La domanda va presentata dopo il compimento del 7° mese di gravidanza e va corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio sanitario nazionale, attestante la data presunta del parto.

Se invece la domanda del bonus è presentata in relazione al parto, la madre dovrà autocertificare la data del parto e le generalità del bambino.

Nei casi invece di adozione o di affidamento preadottivo devono essere prese in considerazione le istruzioni contenute nella circolare INPS n. 47/2012, par. 2: in particolare – se la richiedente non allega alla domanda il provvedimento giudiziario (sentenza definitiva di adozione o provvedimento di affidamento preadottivo ex art. 22, comma 6, della legge 184/1983), abbreviando così i tempi di definizione della domanda – è necessario che nella domanda siano riportati gli elementi (sezione del tribunale, la data di deposito in cancelleria ed il relativo numero) che consentano all’Inps il reperimento del provvedimento stesso presso l’Amministrazione che lo detiene.

Se la domanda è presentata dalla cittadina non comunitaria e la richiedente non allega alla domanda copia di uno dei titoli di soggiorno utili per accedere al bonus di 800 euro, deve indicare gli elementi identificativi che consentano la verifica del titolo di soggiorno (tipologia del titolo, numero titolo, Questura che lo ha rilasciato), permettendo direttamente all’INPS di effettuare le verifiche dei titoli di soggiorno.

Al momento non vengono fornite dall’INPS le modalità e le tempistiche nel dettaglio per effettuare la domanda del bonus, rinviando alla pubblicazione di un successivo messaggio.

Sei interessato all’argomento e vuoi maggiori informazioni? Contattami!

The following two tabs change content below.
Francesca Zucconi
Laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Pavia. Dopo aver maturato una pluriennale esperienza in gestione delle risorse umane, paghe e contributi, ho sostenuto l'esame di abilitazione alla professione di Consulente del Lavoro e dal 2015 sono iscritta all'ordine provinciale di Pavia. Da sempre appassionata di comunicazione, seguo costantemente corsi di aggiornamento in programmazione neuro-linguistica e neuro-semantica e accanto all'attività tradizionale di Consulente del Lavoro, scrivo per alcune testate di informazione professionale tra cui Lavoroediritti.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: